Novità

Ora è anche web radio
Banner

webmagazine

Banner
You are here:   Home

Chi è online

 6 visitatori online

Notizie flash

Il sito è ancora in fase di ottimizzazione ci scusiamo con i lettori

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Giornate Fai a Bari

Sabato 23 Marzo 2024 06:54 Maria Fanizza
Stampa PDF
Palazzo Starita e palazzo Piccinni visitabili con le giornate Fai a Bari Fanizza Maria Tornano questo weekend, sabato 23 e domenica 24 marzo, le Giornate FAI di Primavera, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico d’Italia e alle storie inedite che custodisce con visite a contributo libero. 750 luoghi in 400 città saranno visitabili a contributo libero, grazie ai volontari di 350 delegazioni e gruppi Fai attivi in tutte le regioni. Le Giornate del FAI offrono un racconto unico e originale dei beni culturali italiani che risiede nella loro storia intrecciata con la natura, nei monumenti e nei paesaggi, nel patrimonio materiale e immateriale e nelle tante storie che questi possono raccontare che insegnano, ispirano e talvolta anche commuovono. Un racconto corale e concreto che si fonda sulla partecipazione di centinaia di istituzioni, associazioni, enti pubblici e privati che in numero sempre maggiore vi collaborano grazie a una vasta e capillare rete territoriale, con un unico obiettivo: conoscere e riconoscere il valore del patrimonio italiano per tutelarlo con il contributo di tutti, perché appartiene a tutti. A Bari domani e dopodomani Palazzo Starita e Casa Piccinni apriranno le porte al pubblico. Palazzo Starita, da sempre considerato uno dei più importanti beni architettonico-culturali della città di Bari, è un edificio di impianto settecentesco costruito nella città antica sui resti di un antico arsenale, individuabile per la presenza di un orologio solare che conclude la sommità del fronte principale su Piazza del Ferrarese. Il Palazzo è stato acquisito nel 2016 da Fondazione Puglia, che nel 2019 lo ha concesso in comodato d’uso a “Puglia Cultura e Territorio” che sta procedendo ad attuare gli interventi di recupero. Per le Giornate Fai di Primavera il pubblico potrà visitare gli ambienti del grande androne decorato a stucchi per poi attraversare il grande appartamento al piano nobile con il salone dal soffitto decorato, quindi il secondo piano con l’intervento di ristrutturazione di Vittorio e Alfonso Chiaia. Per l’occasione, nel salone del palazzo sarà possibile visitare in anteprima internazionale la mostra “Visse d’Arte. Le 12 opere liriche di Giacomo Puccini nella reinterpretazione pittorica di Corrado Veneziano”, la mostra realizzata per le celebrazioni del centenario della scomparsa di Giacomo Puccini che presenta un’ampia selezione di quadri dedicati alle dodici opere liriche del musicista, unica esposizione pittorica sostenuta e patrocinata dal Comitato nazionale pucciniano e dal Governo italiano. Dopo Bari, le tele si sposteranno in Italia e all’estero per essere infine presentate, in forma integrale, nel Teatro del Giglio di Lucca il 29 novembre, giornata in cui il geniale compositore lucchese si spense 100 anni fa. Nel corso delle Giornate del FAI sarà possibile conoscere la storia di Casa Piccinni, osservandola dall’esterno perché attualmente oggetto di un restauro finalizzato a restituire alla struttura il suo valore. La volontà di recupero e restauro testimonia il profondo legame dei baresi con il musicista a cui sono anche intitolati il teatro comunale, il conservatorio musicale e una importante strada del centro cittadino. Il Comune di Bari, a fine lavori, la concederà al FAI attraverso un accordo di partenariato speciale pubblico-privato finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale. Un’idea partita anni fa con il censimento “I luoghi del Cuore del FAI” premiato da migliaia di voti. Le visite si svolgeranno sabato 23 marzo, dalle ore 10 alle 20 (ultimo ingresso alle 19.30), e domenica dalle ore 10 alle 13.30 e poi ancora dalle ore 15.30 alle 20.30 (ultimo ingresso alle 20). Le visite, della durata di trenta minuti, saranno a cura dei narratori FAI Bari, architetti dell’Ordine APPC della Provincia di Bari, studenti del corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, apprendisti ciceroni dei licei Orazio Flacco e Scacchi, degli istituti Lenoci, Gorjux Tridente Vivante di Bari e Alpi-Montale di Rutigliano. Il contributo suggerito è di 3 euro per gli iscritti al FAI e di 5 euro per non iscritti. Alle attività previste nella mattinata di domenica parteciperanno l’assessora alle Culture Ines Pierucci e la consigliera delegata alla valorizzazione del patrimonio culturale Micaela Paparella. Luoghi, storie, partecipazione, cura e tutela sono alcuni degli elementi sostanziali delle Giornate FAI che diventano il racconto di un’Italia poliedrica, un fine settimana per addentrarsi nelle tante realtà e storie del patrimonio culturale e paesaggistico italiano e sentirsi parte del loro racconto.
 

Omaggio a VanGogh 150 anni di luce e colori

Lunedì 18 Marzo 2024 07:13 Maria Fanizza
Stampa PDF

Omaggio a Van Gogh.150 anni di luce e colori Maria Fanizza


La vita di Van Gogh, breve intensa e tormentata, assomiglia a un pellegrinaggio verso una mèta, ambita quanto sconosciuta. Egli stesso scrive: «Noi siamo dei pellegrini, la nostra vita è un lungo cammino, un viaggio dalla terra al cielo», un viaggio difficile, tortuoso, sempre in salita, che non ammette soste, eppure lieto, animato da un ardore interno che conduce verso una luce forte, sicura, un faro nell’oscurità.   

Dal paesino di Groot Zundert, dove nasce nel 1853, alla città dell’Aja, dove inizia a lavorare come mercante d’arte, a Londra, dove vive per quasi due anni a partire dal 1873. E ancora ad Amsterdam, dove seguendo la sua vocazione religiosa inizia a studiare teologia, tra i poveri minatori del Borinage, a Bruxelles dove finalmente inizia a studiare disegno, ad Anversa dove per un breve periodo frequenta l’accademia.    

Nel 1886 il passo più importante: il trasferimento a Parigi dall’amatissimo fratello Theo. Parigi rappresenta per Vincent un punto di svolta, è la scelta di dedicarsi esclusivamente alla pittura, è l’incontro con Monet, Degas, Renoir e Toulouse-Lautrec, è la scoperta dell’impressionismo, è la rivelazione del colore. La sua pittura, fino a quel momento fedele alla tradizione olandese, densa di chiaroscuri e tonalità profonde letteralmente esplode in un caleidoscopio di frammenti colorati intensi e luminosi.

È però anche il luogo del caos, della sregolatezza, del confronto e della dura legge del mercato che non lo comprende e lo respinge, il luogo delle tante delusioni d’amore, dove la sua sensibilità e la sua autostima vengono costantemente messe sotto pressione.      

Il suo pellegrinaggio si sposta dunque verso sud, alla ricerca di pace, solitudine e calore. «Ho intenzione, appena posso, di andarmene nel sud, dove c’è ancor più colore e ancor più sole», scrive a sua sorella alla fine del 1887. Ad Arles Vincent ci arriva in realtà in inverno, nel febbraio del 1888 e anche se si dispiegano davanti ai suoi occhi paesaggi innevati è fiducioso e pieno di speranza.      

Leggi tutto...
 

Tanti eventi a Bari

Domenica 17 Marzo 2024 09:01 Maria Fanizza
Stampa PDF

Tanti eventi a Bari Maria Fanizza


Con la giornata inaugurale di ieri di fatto ha dato il via anche alla stagione degli eventi.
Al via  la quindicesima edizione del Bif&st dedicata ai registi e sceneggiatori Giuliano Montaldo e Paolo Taviani scomparsi tra il 2023 e il 2024 Alle ore 9.30 FILM INCONTRO CON Felicità ,questo  è il momento più atteso di marzo ed a questo si sono aggiunte tante   manifestazioni sportive a quelle per ricordare l’importanza della vita all’aria aperta, Bari si prepara agli appuntamenti che caratterizzano la primavera. Ed è il lungomare a farla da padrone, diventando la location di corse podistiche, carovane di biciclette e auto storiche.

Se il Bif& st, rassegna cinematografica diventata un appuntamento fisso per gli amanti del cinema e della cultura, andrà avanti per una settimana nei principali contenitori culturali della città, come il Petruzzelli, il Teatro Piccinni, il Kursaal e il Margherita, dopo la pausa estiva, sarà il lungomare ad ospitare appassionati di sport e più in generale della vita all’aria aperta.

 Si parte ad aprile: sabato 6 e domenica 7 torna Baripedala. L’educazione stradale è il tema che caratterizzerà l’edizione di quest’anno: nella prima giornata, in Largo Giannella, saranno organizzati corsi pratici per bambini sul corretto utilizzo della bicicletta e sulle regole da seguire per attraversare la strada. Domenica 7 la manifestazione si sposterà sul lungomare: grandi e più piccoli in bicicletta raggiungeranno largoGiannella.

Il weekend successivo ( il 13 e il 14 aprile) a Bari farà tappa l’Honda Live Tour: ancora una volta in Largo Giannella lo storico marchio di moto organizzerà un villaggio dando la possibilità agli appassionati di provare i nuovi modelli. Domenica 14 a Bari sarà la volta anche di Vivicittà: la 36esima edizione della corsa su strada si articolerà in un due gare podistiche. La prima su un percorso di 10 chilometriche da viale Enaudi attraverserà una parte della città, passando dal lungomare, un parte del quartiere Japigia e viale della Resistenza.

Leggi tutto...
 

Programma del Bifestival a Bari

Domenica 17 Marzo 2024 09:08 Maria Fanizza
Stampa PDF

PROGRAMMA DEL BIF&ST 2024 Maria Fanizza

Si svolgerà da sabato 16 a sabato 23 marzo 2024 la 15.a edizione del Bif&st-Bari International Film&tv Festival – posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica –promosso e finanziato dalla Regione Puglia attraverso Puglia Promozione, prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission, presieduto dal regista Volker Schlöndorff e diretto dal suo ideatore Felice Laudadio. Presidenti onorari: Ettore Scola e Margarethe von Trotta. Il Bif&st si avvale del sostegno della Direzione generale cinema e audiovisivo del Ministero della Cultura e del Comune di Bari.

Il Bif&st 2024 è dedicato a due grandi registi recentemente scomparsi: Giuliano Montaldo e Paolo Taviani, grandi amici e frequenti ospiti del festival di Bari.

Il numero dei partner e degli sponsor si è quest’anno accresciuto, con maggiori apporti al budget del Bif&st. Main sponsor è Intesa Sanpaolo. Gli altri sponsor: Confindustria e Ance Bari e Bat, Club imprese per la cultura, Gruppo Marino, Aeroporti di Puglia, Monile-MarioMossa Gioielliere, LikeApulia, Pantaleo Agricoltura.

Main Media partner è Rai. Media partner: Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Repubblica, L’Edicola, TeleNorba, Cinecittà News, Feltrinelli, cinematografo.it

Il Bif&st 2024 si avvale inoltre, per il grande tributo dedicato a Marco Bellocchio con i 17 film da lui diretti, dell’amichevole e determinante collaborazione della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia, della Cineteca di Bologna e di Cinecittà. Collaborano inoltre al festival l’Università degli Studi e il Politecnico di Bari.

Il programma prevede oltre 130 eventi negli 8 giorni fra proiezioni, lezioni di cinema, incontri, conferenze, tributo a Marco Bellocchio, con la partecipazione di 17 film provenienti da una quindicina di Paesi di tutto il mondo e di altre decine di film di produzione italiana che saranno presentati nei Teatri Petruzzelli, Piccinni e Kursaal mentre il Teatro Margherita ospiterà laboratori, conferenze stampa, incontri su cinema e libri.

TEATRO PETRUZZELLI

Sono in programma 8 film nella sezione non competitiva “Anteprime internazionali” tutti (tranne uno) in anteprima italiana assoluta come i 12 film selezionati per la sezione competitiva “Panorama internazionale”.

Anteprime internazionali

Due formidabili attrici, Natalie Portman e Julianne Moore, sono le protagoniste di May December di Todd Haynes (distribuito da Lucky Red) basato sulla sceneggiatura di Sami Burch candidato all’Oscar: è una delle ragioni – insieme alle eccelse interpretazioni di Portman e Moore e al talento del regista – per le quali lo abbiamo prescelto per la serata inaugurale del 16 marzo.

Il 17 marzo verrà presentato Coincidenze d’Amore – What Happens Later (Universal Pictures International Italy) , una commedia romantica che vede il ritorno sul grande schermo, dopo otto anni di assenza, della celebre attrice nominata per tre volte al Golden Globe, Meg Ryan, anche regista del film.

Leggi tutto...
 

Coordinamento nazionale Ambasciatori Erasmus plus a Cervia

Venerdì 01 Marzo 2024 06:29 Maria Fanizza
Stampa PDF


Coordinamento nazionale degli ambasciatori Erasmus plus  scuola a Cervia  Maria Fanizza


L’ Agenzia nazionale Erasmus+ INDIRE ha incontrato a Cervia, il 21 e 22 febbraio, gli oltre 240 Ambasciatori Erasmus+ Scuola provenienti da tutto il territorio nazionale, con una valigia piena di entusiasmo, motivazione, esperienza di Erasmus+ ed eTwinning, voglia di condividere le opportunità del Programma per far crescere la scuola in dimensione europea.

Gli obiettivi dell’incontro di coordinamento

Il seminario di coordinamento della Rete ha coinvolto varie persone dello staff dell’Unità scuola e tutta l’Unità eTwinning Italia, attiva nella gestione degli Ambasciatori dalla prima esperienza partita nel 2009 con eTwinning.
Tra gli obiettivi di questo incontro: 

  • facilitare il networking tra le varie realtà regionali
  • condividere da parte dell’Agenzia informazioni e risorse utili per i piani di formazione e le attività della Rete
  • riflettere sui piani di formazione regionali: criticità e aspetti positivi
  • condividere idee e buone pratiche da parte dei nuclei regionali
  • chiarire eventuali dubbi su alcuni aspetti del Programma, l’uso delle piattaforme etc.

I lavori in plenaria e le attività delle due giornate

Ha aperto i lavori in plenaria Sara Pagliai, coordinatrice dell’Agenzia Erasmus+ INDIRE: “ringrazio tutti per l’impegno nella promozione di Erasmusplus e eTwinning, anche nei confronti di scuole nuove al Programma. Erasmus+ cambia la scuola! Grazie agli Ambasciatori è possibile collegare il Programma anche alle priorità e ai valori dell’Unione europea per portare esperienze di cittadinanza europea sui territori

Ha portato i saluti del Ministero dell’Istruzione e del Merito Immacolata Grimaldi, Unità di missione per il Piano Nazionale di ripresa e resilienza, Ufficio V, che ha seguito i lavori delle due giornate.

Laura Nava, capo unità per il settore Scuola, ha messo in luce l’impatto del lavoro degli Ambasciatori anche in relazione alla forte crescita della partecipazione e ha sottolineato l’importanza di questo incontro in presenza per rafforzare sinergie e collaborazione, capire criticità e punti di forza della Rete anche in vista dei nuovi piani regionali. 

Tra i dati salienti a commento delle attività degli Ambasciatori, riportati da Giacomo Bianchi, Unità eTwinning ci sembra importante sottolineare che il 95% dei partecipanti agli oltre 14.000 questionari di valutazione della formazione regionale, ritiene molto importante la formazione regionale per poter partecipare a Erasmusplus e ad eTwinning; un dato di cui tener conto sia per il lavoro dell’Agenzia che per gli Ambasciatori.

Nelle due giornate si sono susseguite varie attività: lavori in gruppi regionali dedicati a riflessioni sulla realizzazione dei passati piani di lavoro e all’individuazione di fattori di successo e criticità, attività di team building, workshop condotti dallo staff dell’Agenzia su varie tematiche e aspetti tecnici relativi alle Azioni chiave 1 e 2 del Programma e al funzionamento della piattaforma ESEP.

Leggi tutto...
 


Pagina 3 di 45

Testata

Banner