Novità

Ora è anche web radio
Banner

webmagazine

Banner
You are here:   Home

Chi è online

 13 visitatori online

Notizie flash

Il sito è ancora in fase di ottimizzazione ci scusiamo con i lettori

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Recensione del libro "I giorni dell'acqua verde"

Martedì 12 Gennaio 2016 08:59 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

I giorni dell'acqua verde

 di Monica Lorusso 

“Vi ricordate, ragazzi, di quando l’acqua era verde? Che giorni malinconici e pazzi, inutili e furbi, svagati e sinceri! Giorni bianchi, giorni d’amore”.

Ci sono tanti modi per raccontare la giovinezza ma la maniera che sceglie Vincenza Fanizza, giornalista e scrittrice, nel suo ultimo libro “I giorni dell’acqua verde- Ti racconto i miei 20 anni”, pubblicato dall’Associazione Culturale Cult@, nella collana Controvento, è davvero singolare.

Racconti, testimonianze, interviste, ritratti di personaggi famosi ma anche di gente comune, pagine di letteratura: un mix di linguaggi diversi per fotografare generazioni diverse e metterle a confronto, un gioco di specchi per osservare il presente e ricordare il passato.

Uno sguardo “giovane” per descrivere e raccontare l’amore, i sogni, i viaggi, i miti, gli ideali, il modo di stare insieme e pensare la società, la famiglia, la scuola, i progetti, le paure, il lavoro.

Tutto questo e altro ancora, raccontato da chi oggi ha vent’anni e da chi invece vent’anni li ha avuti ieri.

Sono tante le città, da Barcellona a New York, dal Guatemala a Nanorò, da           Jersey  a Philadelfia, da Praga a Firenze, dove i protagonisti di questo libro vivono le loro personali esperienze e diventano grandi.

Da Lella Costa ad Andrea Pazienza, da Marco Baliani ad Elena Stancanelli, da Silvio Muccino a Lapo Elkann, dal giovane medico allo scrittore famoso, dall’ex sessantottino alla giovane giornalista, dall’editore all’insegnante, dal giovane che fa volontariato alla studentessa universitaria. Tutti raccontano, con sincerità ed immediatezza, la loro giovinezza, l’incanto, l’entusiasmo dei vent’anni ma anche gli inciampi, l’inquietudine e la difficoltà di diventare adulti.

Vincenza Fanizza mescola, con abilità, poesia e realtà, fantasia e vita vissuta, cronaca e storia, letteratura e cinema e ci offre uno spaccato insolito sul nostro mondo.

“I giorni dell’acqua verde”, un piccolo libro d’artista, molto curato, dal titolo poetico ed evocativo, dalla illustrazione molto particolare della copertina, che richiama il film “Baisers volés” di François Truffaut, dalle citazioni d’autore che aprono i diversi capitoli, dalle immagini suggestive di alcune pagine.

Un libro che si legge tutto d’un fiato, diverte, commuove e fa riflettere.

Blog del libro: http://igiornidellacquaverde.blogspot.it/

 

“I GIORNI DELL’ACQUA VERDE” di Vincenza Fanizza (Cult@)

Pagine: 147

Euro 15.00               

ISBN 9 788890 746307

 

 

Ultimo aggiornamento ( Sabato 27 Febbraio 2016 16:17 )
 

Tre Mostre da non perdere in Italia nel 2016

Domenica 03 Gennaio 2016 12:17 Maria Fanizza
Stampa PDF

Tre mostre di arte da non perdere nel 2016

Maria Fanizza

christo

 

Fiera di arte a Bologna  Piero della Francesca a Forlì e Christo sul lago d'Iseo 

 L’edizione 2016  dal 28/01/2016 al 01/ 02/ 2016 di Arte Fiera si articolerà dunque in 5 sezioni:Main Section: dedicata alle gallerie di arte e moderna e contemporanea Solo Show: rivolta alle gallerie che intendono esporre un solo artista all’interno del proprio spazio. La sezione Solo Show 2016 si apre a una novità: possono partecipare a questa sezione monografica anche gallerie già presenti nella Main section che decidano di usufruire di un secondo e diverso stand.Nuove Proposte: gallerie  che presentano esclusivamente giovani artisti, under 35.I Protagonisti: spazi dedicati a gallerie che hanno contribuito a fare la storia dell’arte in Italia selezionate da collezionisti, e invitate ad esporre anche materiali informativi tratti dai loro archivi.La sezione Fotografia sarà nuovamente realizzata in collaborazione con Mia Fair e curata da Fabio Castelli. il giorno 30 Gennaio ci sarà la” notte bianca dell’arte”Una serata unica in Italia e in Europa con eventi, performance, happening dedicati all’arte contemporanea e ai suoi artisti., Arte Fiera propone colori, suoni, atmosfere nella sua ART CITY White Night.

 Piero della Francesca “ Indagine su un mito” a Forli  13,02,2016 al 26,06,2016 musei San Domenico insieme alle opere di Piero della Francesca, che costituisce il fulcro della mostra, opere dei più grandi artisti del Rinascimento quali Domenico Veneziano, Beato Angelico, Paolo Uccello, Andrea del Castagno.  Piero della Francesca e’ una delle  personalità più emblematiche del Rinascimento Italiano. Fu un esponente della seconda generazione di pittori-umanisti. La mostra parte dal confronto tra la” Madonna della Misericordia”   di Piero della Francesca e l’opera “Silvana Cenni” di Felice Casorati

 http://www.mostrefondazioneforli.it/

Christo

Dal 18 giugno al 3 luglio, 2016, tempo permettendo, l'Italia del Lago d'Iseo sarà ripensata. 70.000 metri quadrati di luccicante tessuto giallo, portato da un sistema modulare pontile galleggiante di 200.000 ad alta densità fatto di cubi di polietilene, sarà ondeggiato con il movimento delle onde come I pontili galleggianti fanno appena sopra la superficie dell'acqua.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 08 Gennaio 2016 16:17 ) Leggi tutto...
 

Visio.Next Generation Moving Images

Mercoledì 18 Novembre 2015 06:53 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

VISIO. Next Generation Moving Images, lo sguardo dei giovani artisti

 

di Vincenza Fanizza

 FIRENZE- Nell’ambito de “Lo Schermo dell’arte”, il Festival Internazionale di Cinema e Arte, anche la mostra di arte contemporanea “VISIO. Next Generation Moving Images” alla Strozzina, Palazzo Strozzi, dal 17 novembre al 20 dicembre, mostra dedicata alle opere video di 12 artisti internazionali under 35.

“La mostra- spiega Arturo Galansino, Direttore Palazzo Strozzi- permette di scoprire diversi approcci nella relazione tra arte contemporanea e ‘immagini in movimento’.

Dal cinema al videoclip, dal documentario alla videoinstallazione, le opere in mostra propongono diverse modalità di fruizione e giocano sul ruolo, da contemplativo a partecipativo, dello spettatore”.

“Sono artisti- precisa Leonardo Bigazzi, curatore dell’esposizione- che hanno vissuto la transizione completa da analogico a digitale, la diffusione di internet come immenso archivio da cui attingere e come canale di distribuzione dei propri lavori, e lo sviluppo di tecnologie video sempre più sofisticate ma allo stesso tempo disponibili su dispositivi portatili come cellulari o tablet”.

La mostra, infatti, vuole restituire la molteplicità di codici e tematiche di questi giovani artisti che si muovono tra realtà e finzione affrontando questioni socio-politiche, lavorando sulla natura delle immagini digitali o arrivando a rimettere in discussione la struttura stessa del linguaggio cinematografico.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 21 Novembre 2015 23:27 ) Leggi tutto...
 

ARTE PRESENTE- Regala il contemporaneo

Mercoledì 23 Dicembre 2015 16:03 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

ARTE PRESENTE. Regala il contemporaneo per le feste

 

di Vincenza Fanizza

 

FIRENZE- Come avvicinare i giovani ( e non solo) all’arte contemporanea? Dall’8 al 31 dicembre 2015, “Forward” introduce ad un nuovo modo di collezionare arte, più personale, ma anche più sostenibile: “ARTE PRESENTE. Regala il contemporaneo per le feste” è una campagna per promuovere un nuovo collezionismo d’arte possibile ed economico, ed assieme un catalogo online di regali per il Natale, fatto di opere di artisti residenti in Toscana.

Un gruppo di 21 artisti riconosciuti è stato selezionato da Valeria Farill, curatrice di Forward, ed invitato a proporre per l’occasione opere a prezzi contenuti (fotografie, serigrafie, sculture, oggetti d’arte, oggetti multipli, poster, istruzioni per performance), con un costo massimo di 250 Euro. Opere usate come moneta d’accesso alla loro intera produzione, che possano attirare nuovo pubblico, appassionare (o far sorgere) nuovi collezionisti.

Le opere di ARTE PRESENTE vengono presentate in un catalogo consultabile online di regali contemporanei per questo Natale 2015, diffuso da Forward alla pagina http://forwardforward.org e su vari social network.

Ogni giorno uno o più artisti verrà inoltre presentato e valorizzato nella sua traiettoria e poetica, di modo che dietro ad ogni singolo oggetto vendibile ci sia un’identità completa da valorizzare e far conoscere.

“L’idea di ARTE PRESENTE- spiega la curatrice Valeria Farill- è quella di un primo passo simbolico, per le feste natalizie, nella promozione di un nuovo collezionismo. Rivolto in special modo alle giovani generazioni toscane e non, che vedono spesso nell’arte un prodotto irraggiungibile economicamente, difficile  non solo a volte di capire senza intermediari, ma anche essenzialmente da acquistare”.

“L’arte contemporanea- conclude la curatrice- diviene, con la campagna ARTE PRESENTE, un regalo possibile esclusivo, originale ed assieme un momento d’incontro tra un artista e un nuovo collezionista”.

 

 La foto che illustra l'articolo è un'opera dell'artista Oliviero Draghi.

 

Oliviero Draghi, 1978

Per la sua ricerca prende spunto da esperienze del suo vissuto,

talvolta approfondendo e dando forma all’idea iniziale

direttamente con il materiale scelto, principalmente con argilla e

cera, talvolta invece parte dalla ricerca: letture, raccolta di

immagini, trascrizione di pensieri che poi portano alla sua

realizzazione.

 

 

Oliviero Draghi

Titolo: Tartaruga, dalla serie Animali, 2014

Tecnica: Durokal (ceramica a freddo), tempera e resina acrilica.

Edizione nº 17

Dimensioni: 11 x 28 x 10 cm

Prezzo: 150€

RICHIEDI INFORMAZIONI: info@forwardforward.org

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 23 Dicembre 2015 18:51 )
 

Lo Schermo dell'Arte 2015

Domenica 15 Novembre 2015 07:41 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

 Torna “Lo Schermo dell’Arte”, il Festival internazionale di Cinema e Arte contemporanea

 

di Vincenza Fanizza

 FIRENZE-  Torna, dal 18 al 22 novembre, “Lo Schermo dell’Arte”, il Festival internazionale di Cinema e Arte contemporanea, diretto da Silvia Lucchesi.

Il Festival nasce, a Firenze, nel 2008 e si svolge, anche quest’anno, nell’ambito della “50 Giorni”, al cinema Odeon (Piazza Strozzi).

“Questo Festival- commenta Stefania Ippoliti, Responsabile Mediateca e Area Cinema Formazione Sistema Toscana- costituisce di anno in anno collegamenti, legami, apre porte al confronto fra arti e ambiti culturali diversi e una rete sempre più estesa di persone, siano esse artisti o spettatori attenti e musei, centri culturali, istituzioni: una vera, potente, forza benevola che ci lascia a ogni edizione qualcosa di nuovo e prezioso”.

Film dell’Opening Night è l’acclamato Francofonia di Alexandr Sokurov, in concorso alla 72° Mostra del Cinema di Venezia, che racconta la collaborazione tra il direttore del Louvre Jacques Jaujard e l’ufficiale tedesco Franziskus Wolff-Metternich per salvare i tesori del museo parigino durante l’occupazione nazista.

Nel programma anche la prima italiana del documentario Peggy Guggenheim: Art Addict (2015) della regista Lisa Immordino Vreeland, che ripercorre attraverso rari materiali di archivio la vita della più famosa collezionista del mondo; l’enigmatico e bellissimo Human Mask (2014) in cui l'artista francese Pierre Huyghe, prendendo spunto dalla storia vera di un ristorante vicino Tokyo noto per utilizzare scimmie addestrate come camerieri, filma una di quelle scimmie, con indosso una maschera ispirata a quelle tradizionali del Teatro Noh, che, metafora della condizione umana, ripete all'infinito il suo ruolo mentre si aggira come intrappolata nello stesso ristorante vuoto, immaginato a Fukushima all'indomani dell'esplosione nucleare del 2011.

A questo ricco calendario si aggiunge l’importante novità di quest’anno, “ Feature Expanded ” , primo programma di formazione al mondo rivolto ad artisti con background nel campo delle arti visive. Sostenuto dal Creative Europe MEDIA, ideato e organizzato da “Lo schermo dell’arte” con HOME Manchester e diretto da Leonardo Bigazzi e Sarah Perks. I 12 artisti invitati presenteranno i propri progetti di fronte ad una giuria internazionale e ad un gruppo di possibili produttori. 

Inoltre, venerdì 20 novembre, si terrà, nell’ambito dei Festival Talks, la tavola rotonda “Audience Development & Exhibition” che indagherà i nuovi modelli di distribuzione e l’uso delle nuove tecnologie per lo sviluppo di un nuovo pubblico. 

I film della sezione “Cinema d’artista” includono, solo per citarne alcuni, la prima italiana di “In Walking Hours” di Sarah Vanagt e Katrien Vanagt (2015), poetico racconto visivo di un esperimento ottico realizzato seguendo le indicazioni di un vecchio trattato di medicina; “Quantum”, del collettivo italiano Flatform (2015), emozionante gioco di luci e suoni costruito partendo da un fotogramma statico di un tipico paesaggio italiano.

Prosegue, poi, la collaborazione con Palazzo Grassi - Punta della Dogana e Gucci Museo, iniziata lo scorso anno con la presentazione di film della Collezione Pinault. Sabato 21 novembre, l’artista francese Martial Raysse, in conversazione con Martin Bethenod direttore di Palazzo Grassi -Punta della Dogana, presenterà sei suoi cortometraggi realizzati fra il 1967 e il 2005, in occasione della sua grande retrospettiva veneziana a Palazzo Grassi. Già dagli anni Sessanta, infatti, Raysse ha accompagnato la produzione di quadri, disegni e piccole sculture, con un grande numero di film sperimentali girati in pellicola e, più recentemente in video, nei quali sperimenta l’uso del colore e del montaggio.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 15 Novembre 2015 22:35 ) Leggi tutto...
 


Pagina 5 di 27

Testata

Banner