webmagazine

Banner
You are here:   Home Notizie

Notizie flash

Nuovi contributi nelle Rubriche:

Arte e Scuola

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Notizie

Tanti eventi a Bari

Domenica 17 Marzo 2024 09:01 Maria Fanizza
Stampa PDF

Tanti eventi a Bari Maria Fanizza


Con la giornata inaugurale di ieri di fatto ha dato il via anche alla stagione degli eventi.
Al via  la quindicesima edizione del Bif&st dedicata ai registi e sceneggiatori Giuliano Montaldo e Paolo Taviani scomparsi tra il 2023 e il 2024 Alle ore 9.30 FILM INCONTRO CON Felicità ,questo  è il momento più atteso di marzo ed a questo si sono aggiunte tante   manifestazioni sportive a quelle per ricordare l’importanza della vita all’aria aperta, Bari si prepara agli appuntamenti che caratterizzano la primavera. Ed è il lungomare a farla da padrone, diventando la location di corse podistiche, carovane di biciclette e auto storiche.

Se il Bif& st, rassegna cinematografica diventata un appuntamento fisso per gli amanti del cinema e della cultura, andrà avanti per una settimana nei principali contenitori culturali della città, come il Petruzzelli, il Teatro Piccinni, il Kursaal e il Margherita, dopo la pausa estiva, sarà il lungomare ad ospitare appassionati di sport e più in generale della vita all’aria aperta.

 Si parte ad aprile: sabato 6 e domenica 7 torna Baripedala. L’educazione stradale è il tema che caratterizzerà l’edizione di quest’anno: nella prima giornata, in Largo Giannella, saranno organizzati corsi pratici per bambini sul corretto utilizzo della bicicletta e sulle regole da seguire per attraversare la strada. Domenica 7 la manifestazione si sposterà sul lungomare: grandi e più piccoli in bicicletta raggiungeranno largoGiannella.

Il weekend successivo ( il 13 e il 14 aprile) a Bari farà tappa l’Honda Live Tour: ancora una volta in Largo Giannella lo storico marchio di moto organizzerà un villaggio dando la possibilità agli appassionati di provare i nuovi modelli. Domenica 14 a Bari sarà la volta anche di Vivicittà: la 36esima edizione della corsa su strada si articolerà in un due gare podistiche. La prima su un percorso di 10 chilometriche da viale Enaudi attraverserà una parte della città, passando dal lungomare, un parte del quartiere Japigia e viale della Resistenza.

Leggi tutto...
 

Celebrazione della nascita della Repubblica

Lunedì 29 Gennaio 2024 17:07 Maria Fanizza
Stampa PDF

Celebrazione in ricordo del congresso dei CLN che si tenne a Bari  nel 1944.Fanizza Maria


Sono in corso, all’interno del Teatro comunale Piccinni, le celebrazioni dell’ottantesimo anniversario del Congresso di Bari dei Comitati di Liberazione Nazionale, che si svolse il 28 e il 29 gennaio del 1944 nel teatro barese. 

L’evento, che si tiene alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stato organizzato dal Comune di Bari e dalla Regione Puglia, con la collaborazione di ANPI - Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, IPSAIC - Istituto Pugliese Storia Antifascismo e Italia Contemporanea, Fondazione Di Vagno, Teatro Pubblico Pugliese, Università degli Studi di Bari, ANPPIA - Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani AntifascistiFondazione Gramsci e della casa editrice Laterza. 

 

Di seguito il discorso del sindaco di Bari Antonio Decaro

“Signor Presidente della Repubblica, 

autorità, studenti, cittadini, 

benvenuti nella città di  Bari, città libera e democratica, 

benvenuti a Bari, città antifascista.

Bentornato nella nostra città Presidente Mattarella: la sua presenza, mai scontata, testimonia ancora una volta il suo amore per la nostra terra, il profondo rispetto per i valori fondanti della nostra Carta Costituzionale e per la tutela della verità della nostra storia comune.

La storia. Qui, nel Teatro Piccini di Bari, il 28 e il 29 gennaio del 1944, è stata scritta una pagina fondamentale della storia dell’Italia. 

Dell’Italia democratica e repubblicana. Un’Italia perseguitata, censurata, mandata al confine ma che con forza, coraggio e passione seppe risollevarsi.

Qui, nel Teatro Piccinni, per la prima volta dopo gli anni bui del fascismo, tornarono protagoniste le parole e le idee di democrazia e di libertà. Ed è per noi un enorme privilegio, a ottant’anni dal primo Congresso dei Comitati di Liberazione Nazionale, ricordare il ruolo che la città di Bari ebbe in uno dei passaggi più delicati e drammatici della storia del nostro Paese.

Leggi tutto...
 

Fidelio a Bari

Venerdì 26 Gennaio 2024 10:06 Maria Fanizza
Stampa PDF

Fidelio al Petruzzelli a Bari Fanizza Maria


Rappresentata per la prima volta il 20 novembre 1805 al Theater an der Wien, unica opera di Ludwig van Beethoven ( regia di Joan Anton Rechi), in scena per la prima volta a Bari, sara' Fidelio a inaugurare al teatro Petruzzelli di Bari, alle 20,30, la nuova stagione d’opera della fondazione Petruzzelli.
Il maestro Stefano Montanari condurrà l’Orchestra e il Coro del Teatro, preparato dal maestro Marco Medved nell’allestimento scenico della fondazione Teatro La Fenice ( a riprendere la regiadi di Joan Anton Rechi sarà Gadi Schechter, a curare le scene Gabriel Insignares, i costumi Sebastian Ellrich, il disegno luci di Fabio Barettin). A dar vita allo spettacolo saranno Modestas Sedlevi?ius ( don Fernando), Vito Priante ( don Pizzarro), Jörg Schneider ( Florestan), Helena Juntunen ( Leonore), Tilman ( Rocco), Francesca Benitez ( Marzelline), Pavel Kolgatin (Jaquino), Vincenzo Mandarino ( primo prigioniero) e Gianfranco Cappelluti ( secondo prigioniero).

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Gennaio 2024 10:08 Leggi tutto...
 

I costumi di scena in mostra

Sabato 16 Dicembre 2023 07:08 Maria Fanizza
Stampa PDF

 

I costumi di scena in mostra al Petruzzelli Maria Fanizza

 

Siamo felici di proporre alla città un altro pezzo della nostra eccellenza culturale - ha dichiarato il sindaco Decaro -all'inaugurazione  della mostra dei costumi di scena del Petruzzelli,forse ancora poco conosciuta, perché spesso l’arte sartoriale nel teatro dell’Opera passa in secondo piano rispetto alla musica e ai suoi interpreti, e con essa vengono oscurati lo studio, l’arte e il mestiere che ci sono dietro i costumi realizzati artigianalmente, in questo caso dal maestro Luigi Spezzacatene. È invece si tratta di arte, studio e lavoro che non solo concorrono alla buona riuscita di un’opera ma ne rappresentano una componente fondamentale. 

Per noi, dunque, è importante mettere a valore questo patrimonio straordinario che contribuisce a dare lustro al lavoro degli operatori culturali che, dal palcoscenico o dietro le quinte, hanno sempre reso onore alla città e soprattutto, nonostante le difficoltà, non sono mai andati via. Riteniamo giusto far conoscere ai baresi tutte le storie che, nel corso dei decenni, hanno attraversato la nostra città e i suoi palcoscenici più importanti, a maggior ragione se si tratta di storie di successo, di eccellenza e di servizio al territorio come quella di Luigi Spezzacatene e dei suoi straordinari costumi”.

“Esporre i costumi di scena di Luigi Spezzacatene custoditi nell’archivio della fondazione del Teatro Petruzzelli negli spazi del teatro Piccinni e del Museo Civico - ha proseguito Ines Pierucci - significa far dialogare i luoghi culturali della città e trasformare i teatri in museo, valorizzando l’arte sartoriale che si è scelto di esporre con coerenza rispetto all’architettura dei luoghi che la ospitano”.

In occasione della mostra Tesori svelati, il Teatro Piccinni e il Museo Civico di Bari diventano “museo diffuso” dove i costumi esposti vengono presentati attraverso schede informative, fotografie di scena che ne contestualizzano importanza e filologia, nuovi scatti che ne mettono in luce i particolari sartoriali.

Leggi tutto...
 

Discriminazioni di genere anche nello sport

Martedì 21 Novembre 2023 19:21 Maria Fanizza
Stampa PDF

 â€œDiscriminazioni di genere anche nel torneo di padel”Maria Fanizza 


Il torneo open di padel “ Allianz Ars” — due in realtà, uno maschile e uno femminile, e sin qui nulla di strano — partirà oggi. Ma il post pubblicato sui social il 9 novembre per invitare i giocatori a iscriversi sta girando sui social e la perplessità degli utenti è tanta. « Le cose non cambieranno mai fino a quando ci saranno persone che continueranno a fare differenza tra premi per i maschi e per le donne » , si commenta. Sull’episodio si discute in tutta la città ed è intervenuta anche l’assessora comunale al Welfare, Francesca Bottalico: « Il percorso nello sradicare gli stereotipi di genere è ancora lungo, in ogni contesto, anche nello sport. Cose che possono apparire semplici e scontate, come la scelta di un premio per un torneo, in realtà non lo sono. E possono nascondere in sé una cultura, consapevole o meno,discriminante, stereotipata e a volte sessista. Non conta il valore del premio, ma il messaggio diseducativo che porta rafforzando l’idea dell’esistenza di specifici ruoli sociali di genere e narrazioni tradizionaliche associano solo alla donna la dimensione fisica ed estetica». 

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 30

Testata

Banner