Novità

Ora è anche web radio
Banner

webmagazine

Banner
You are here:   Home

Chi è online

 13 visitatori online

Notizie flash

Il sito è ancora in fase di ottimizzazione ci scusiamo con i lettori

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Stupido é chi non usa GOOGLE

Domenica 24 Marzo 2013 14:40 Maria
Stampa PDF

Stupido è chi non usa Google

a cura di Maria Fanizza

 
 
Derrick de Kerckhove parla del suo ultimo ebook «La mente accresciuta»
 
 

Derrick de Kerckhove è stato professore del dipartimento di lingua francese all’Università di Toronto, Canada, dove è stato direttore del Programma McLuhan in Cultura e Tecnologia dal 1984 al 2008. Già insignito della Papamarkou Chair in Technology and Education presso la Library of Congress, attualmente insegna alla facoltà di Sociologia dell’università Federico II di Napoli e tiene lezioni all’Interdisciplinary Internet Institute (IN3) dell’Università Oberta di Catalunya a Barcellona.

È autore di Brainframes: mente, tecnologia, mercato, La pelle della cultura: un'indagine sulla nuova realtà elettronica, Connected Intelligence e The Architecture of Intelligence. Ha redatto e curato numerosi documenti, saggi e raccolte, tra cui McLuhan for Managers e The Alphabet and the Brain. Oggi Derrick ci parla di La mente accresciuta, ebook pubblicato da 40k.

Che cosa significa “mente accresciuta”, che definizione ne dà?
La mente accresciuta è l'ambiente cognitivo, attivo sia a livello personale che collettivo, che le tecnologie intessono attorno a noi e dentro di noi, attraverso Internet in particolare e l'elettricità in generale. Funziona sia come memoria estesa sia come intelligenza di elaborazione per ogni individuo che usa tecnologie elettroniche, dal telegrafo, al “cloud computing”, a Twitter. Unisce le persone invece di dividerle, come è successo con l'alfabeto, e tiene conto di qualsiasi quantità di voci singole all'interno di uno spazio di informazione fluido, definibile in base agli individui e alla comunità che lo abitano, seguendo i bisogni collettivi. Può assumere svariate forme e mettere in comune risorse individuali in servizi come Wikipedia, o esternalizzare e oggettivare il nostro processo di immaginazione in contesti di finzione in grado di offrire all'utente esperienze in presa diretta, come Second Life.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 25 Marzo 2013 15:52 ) Leggi tutto...
 

Marco Bellocchio a lezione di cinema

Sabato 23 Marzo 2013 20:57 Maria
Stampa PDF

Lezione di cinema di Marco Bellocchio

Maria Fanizzapugniintascabellocchio

BARI- Si é svolta oggi, nell'ambito del Bif&st, nel teatro Petruzzelli, l'ultima lezione di cinema tenuta dal regista Marco Bellocchio, che questa sera riceverà anche il premio Monicelli per la miglior regia per il film ” La Bella addormentata”.

La lezione, che ha seguito la visione del film di Marco Bellocchio “I Pugni in tasca”, é stata condotta da Enrico Magrelli

 

I Pugni in tasca” segna l'esordio di Marco Bellocchio come regista, potrebbe percorrere con noi il percorso di questo film? Spiegarci il perchè del titolo del film? Nel 1965 quando questo film é uscito c'erano tanti nuovi fermenti, registi come Antonioni, Fellini, Bertolucci. Lei come si colloca rispetto a loro?

Per quanto riguarda il titolo in un primo momento avevo pensato ad Epilessia, perchè l'epilessia ha un significato simbolico, rappresenta il dolore, la sofferenza, la disperazione, un po' come nei romanzi russi. Ma era orribile e così ho pensato a “I pugni in tasca” poiché il personaggio ha sempre i pugni stretti in tasca per le difficoltà che incontra nella sua vita. Ha un rapporto difficile con il fratello maggiore, l'unico normale, mediocre e cinico che aspira ad una famiglia, ha un rapporto di amore con la sorella Giulia che si concluderà nell'incesto, considera una nullità il fratello minore affetto da ritardo e da epilessia, e sente la madre cieca e ancorata ai suoi ricordi come un peso. Tutti i personaggi sono legati gli uni agli altri e da soli non hanno ragione di esistere. Certo non so che cosa un film di 48 anni fa possa insegnare ai giovani di oggi.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 24 Marzo 2013 06:35 ) Leggi tutto...
 

Premio per l'eccellenza a Stephen Frears

Lunedì 18 Marzo 2013 19:17 Maria
Stampa PDF

220px-Stephen Frears 2006Premio a Stephen Frears

Maria Fanizza

 

Il Federico Fellini Platinum Award for cinematic excellence viene consegnato questa sera ad uno dei più grandi registi europei e internazionali, fortemente attivo sulla scena mondiale.

Un autore colto e sofisticato, abilissimo nel dar vita con humor, stile e intelligenza ad un cinema in grado di raggiungere il grande pubblico raccontando storie originali e affascinanti, capaci di rivelare lati nascosti del talento di straordinari interpreti e di esaltare il fascino di alcune attrici nelle loro miglio interpretazioni, fino a renderle quasi delle icone come Michelle Pfeiffer, Glenn Close, Uma Thurman ne Le relazioni pericolose, come Helen Mirren in The Queen – La regina, come Julia Roberts in Mary Reilly, come Judy Dench in Mrs Henderson presenta, che è stato proiettato questa mattina per la masterclass svoltasi in questo teatro.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Marzo 2013 17:25 ) Leggi tutto...
 

Dante Ferretti al Bif&st a Bari

Venerdì 22 Marzo 2013 14:33 Maria
Stampa PDF

hugo Dante Ferretti al Bif&st a Bari

Maria Fanizza

 

 BARI-Oggi nel gremito teatro Petruzzelli, si é svolta la lezione di cinema di Dante Ferretti.

Il maestro scenografo ha vinto numerosi premi, tre Oscar, uno dei quali per il film Hugo Cabret che oggi é stato proiettato in 3D prima della lezione.

Queste alcune domande che gli sono state poste dall'intervistatore del Bi&festival e dal pubblico presente in sala.:

Lei ha vinto numerosi premi, dove li conserva?

Su una mensola dell'Ikea, gli Americani li mettono sul caminetto, io non ho il caminetto , ho provato a metterli sul termosifone ma poi ho comprato questa mensola dall'Ikea, ho speso solo 7€.

Come ha iniziato a fare lo scenografo e come mai?

A scuola non ero molto bravo, i professori mi rimandavano sempre ad ottobre, però mi piaceva il cinema e mi piaceva vedere i film; volevo fare qualcosa dietro la macchina da presa, decisi così di iscrivermi all'Accademia, rivelai questo mio desiderio a mio padre il quale mi promise che se fossi stato promosso avrei potuto iscrivermi al- l'Accademia, e così mi impegnai molto ,tanto da prendere la borsa di studio; potei iscrivermi a scenografia.

Quale emozione ha provato la prima volta che ha realizzato un set?

Una emozione fortissima, io sono stato anche molto fortunato, perchè ero giovanissimo ed un regista mi fece fare le scenografie di alcuni film , lui non era mai presente quando le facevo,preparavo i disegni e così realizzando scenografie ho imparato.

Quali sono stati i suoi maestri e i registi che fortemente hanno infuenzato la sua preparazione?

Io ho fatto tre film con Pasolini, 5 con Fellini e diversi con Martin Scorsese con il quale sto ancora lavorando

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 22 Marzo 2013 18:18 ) Leggi tutto...
 

Grande successo al Bif&st

Lunedì 18 Marzo 2013 18:40 Maria
Stampa PDF

Maria Fanizza

Contnua con grande successo di pubblico il Bif&st a Bari, l'ingresso ai vari spettacoli é sempre con fila, e così anche grande participazione alle lezioni di cinema che domani sarà tenuta  da Carlo e Luca Verdone, alle 11.15 al Petruzzelli, coordinata da Fabio Ferzetti. Prima della lezione, alle 9.30, sarà proiettato il documentario “Alberto il grande” realizzato dai fratelli Verdone e uscito poche settimane fa.

El artista y la modelo” di Fernando Trueba sarà invece l’Anteprima Internazionale, alle 21.00 al Petruzzelli. Prima della proiezione però saranno annunciati i premi per il miglior cortometraggio (giuria presieduta da Pippo Mezzapesa) e il miglior documentario (giuria presieduta da Daniele Vicari).

Ospiti della conferenza stampa di domani, alle 13.00 alle Poste, saranno: Giuseppe Bonito (regista di “Pulce non c’è”, concorso Opere prime e seconde), Jerome Enrico e Jos Stelling (il primo regista di “Paulette”, il secondo di “The girl and death”, entrambi in Panorama Internazionale), Daniele Ciprì (regista di “E’ stato il figlio”, concorso lungometraggi), Salvatore Mereu (regista di “Bellas Mariposas”, concorso lungometraggi).

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 22 Marzo 2013 18:20 ) Leggi tutto...
 


Pagina 21 di 28

Testata

Banner