webmagazine

Banner
You are here:   Home Notizie Discriminazioni di genere anche nello sport

Notizie flash

Nuovi contributi nelle Rubriche:

Arte e Scuola

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Discriminazioni di genere anche nello sport

Martedì 21 Novembre 2023 19:21 Maria Fanizza
Stampa PDF

 â€œDiscriminazioni di genere anche nel torneo di padel”Maria Fanizza 


Il torneo open di padel “ Allianz Ars” — due in realtà, uno maschile e uno femminile, e sin qui nulla di strano — partirà oggi. Ma il post pubblicato sui social il 9 novembre per invitare i giocatori a iscriversi sta girando sui social e la perplessità degli utenti è tanta. « Le cose non cambieranno mai fino a quando ci saranno persone che continueranno a fare differenza tra premi per i maschi e per le donne » , si commenta. Sull’episodio si discute in tutta la città ed è intervenuta anche l’assessora comunale al Welfare, Francesca Bottalico: « Il percorso nello sradicare gli stereotipi di genere è ancora lungo, in ogni contesto, anche nello sport. Cose che possono apparire semplici e scontate, come la scelta di un premio per un torneo, in realtà non lo sono. E possono nascondere in sé una cultura, consapevole o meno,discriminante, stereotipata e a volte sessista. Non conta il valore del premio, ma il messaggio diseducativo che porta rafforzando l’idea dell’esistenza di specifici ruoli sociali di genere e narrazioni tradizionaliche associano solo alla donna la dimensione fisica ed estetica». 


Dalla struttura però difendono la decisione: « In realtà le borse valgono più del montepremi maschile, che ricordiamo va diviso a secondadella posizione raggiunta. Costano 700 euro ciascuna e le ricevono le due finaliste. Fra l’altro per il torneo femminile non si raggiunge neanche il numero minimo di partecipanti, alla fine ci sarà soltanto quello maschile. Non sappiamo la gente cosa abbia pensato, è una cosa molto positiva, più bella e con più valore. Non si sa perché sia stata travisata, pensavamo potesse piacere » . Sulla locandina ci sono anche i loghi della Federazione italiana tennis e padel, del Coni e di Sport e salute. «Il torneo è stato approvato dalla Federazione — conferma il presidente del Comitato pugliese, Francesco Mantegazza — e abbiamo ritenuto che non ci fosse alcun tipo trattamento di genere diverso. I circoli hanno la possibilità di mettere sia montepremi in denaro sia in natura, di solito materiale tecnico. Il Green Park è un circolo nuovo, questo è il primo torneo open che organizzano e forse può essere dovuto alla poca esperienza. Poi se si vuole cavalcare il tema della disparità di genere, che è ora di moda...». 
Cube Comunicazione, socia di Greeninvest ( proprietaria della struttura), si dissocia e specifica che « non gestisce la comunicazione ed è del tutto estranea rispetto all’organizzazione degli eventi in corso. Le decisioni sono totalmente contrarie ai valori aziendali». 

Testata

Banner