Novità

Ora è anche web radio
Banner

webmagazine

Banner
You are here:   Home

Chi è online

 39 visitatori online

Notizie flash

Il sito è ancora in fase di ottimizzazione ci scusiamo con i lettori

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Progetto Urbis a bari

Mercoledì 19 Settembre 2018 08:27 Maria Fanizza
Stampa PDF

Mariella Fanizzasannicola

Sul sito istituzionale del Comune di Bari, il bando “URBIS”, una misura del PON Città Metropolitane 2014/20 che promuove e sostiene, attraverso l’erogazione di incentivi a fondo perduto compresi tra 15.000 e 40.000 €, a fronte di un cofinanziamento del 15%, la creazione di nuove imprese sociali di prossimità nelle aree più fragili della città sotto il profilo socio-economico ed urbanistico.

L’economia sociale oggi vale circa il 5% del Pil in Italia, occupa un milione di persone ed è il contesto nel quale spesso fioriscono esperimenti di innovazione sociale e cooperazione alla scala urbana, che rappresentano validi anticorpi contro la disoccupazione giovanile e l’esclusione dei contesti periferici. Un’economia plurale che può riversare sulle città, e in particolare sui quartieri più fragili, modelli imprenditoriali che coniughino lavoro, reddito e solidarietà, garantendo nuovi servizi di prossimità a scala territoriale, in risposta ai bisogni mutevoli e flessibili dei residenti.

Urbis rappresenta lo strumento di valorizzazione di queste esperienze promosse dal terzo settore e una valida opportunità per gruppi informali di giovani e meno giovani che intendano costituirsi in forma cooperativa per realizzare un progetto di impresa. Le proposte progettuali da candidare al bando dovranno ispirarsi ai seguenti quattro temi: città, comunità, creatività e prossimità. A titolo esemplificativo, saranno ammessi i progetti di impresa sociale che operino nel campo dell’inclusione sociale attiva, dell’educazione e dell’istruzione, della tutela e promozione del territorio, della radiodiffusione e dell’editoria, della riqualificazione e riuso di beni inutilizzati a fini sociali.

Grazie al sostegno di Urbis si potranno creare palestre popolari, ciclofficine, portierati di quartiere, centri ludici, cinema di quartiere e tutti quei servizi che incrementino la qualità di vita delle comunità presso le aree bersaglio.

Leggi tutto...
 

Tutti i colori del mare dell'Elba nel libro "In viaggio con Martina"

Sabato 19 Maggio 2018 08:35 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

Tutti i colori del mare dell’Elba nel libro “In viaggio con Martina”

di Maria Rita Monaco

Vincenza Fanizza, giornalista e scrittrice, torna in libreria con il nuovo libro “In viaggio con Martina”, pubblicato da Germani Editore.

Come è nel suo stile, torna accompagnata dalla fresca bellezza del suo mare e con la puntuale descrizione di sensazioni, di paesi conosciuti da sempre ma ogni volta nuovi, di terre in fiore, di scorci incantevoli, da Marciana a Poggio, torna infine con i suoi frammenti di storia locale.

E sì, chi conosce l’autrice, avrà già capito che siamo tutti nella sua tanto amata Isola d’Elba pronti a lasciarci incantare dalla sua affabulazione, pronti a tuffarci in questo mare dai colori cangianti dalle infinite sfumature, dal verde più profondo all’azzurro più violento, il mare che ti fa scoprire calette mozzafiato, mentre immersi in questa bellezza che la scrittrice rende quasi tangibile, ascoltiamo la storia di un viaggio. Viaggio di scoperta per Martina, viaggio di riflessione per la sua accompagnatrice. E si dipana così il racconto di un’estate felice vissuta con l’intensità e la consapevolezza che quello che ne resterà sarà un ricordo incancellabile.

Non saranno solo l’isola, il suo mare, i ricordi, quelli che ci racconta il libro, ma è anche un momento di vita dell’autrice.

Trasmette amore questo libro: per le immagini, per la natura incontaminata, per le pareti scoscese che arrivano fino al mare, quel mare dai mille colori, popolato da pesci che si vedono nuotare nella trasparenza del fondo marino e in più, sorpresa tra le sorprese, leggendo, ci accorgiamo che la scrittrice non solo ci rivela i suoi pensieri e i suoi sentimenti, ma prendendoci per mano, ci accompagna alla scoperta dei luoghi più belli e nascosti dell’isola , insomma ci fa anche da guida e quindi non ci stupiamo alla fine se sentiamo di provare le sue stesse sensazioni, le emozioni e i profumi di cui ci parla Vincenza , dispiegando sotto i nostri occhi non solo la bellezza ma anche il profumo dei fiori e degli alberi di limone e, per un po’ di tempo ancora sentiremo nell’aria e nel vento il profumo del mare.

Grazie all’autrice per i momenti belli che ci ha regalato anche questa volta.

“In viaggio con Martina” può essere ordinato presso le librerie Feltrinelli, Ibs- Libraccio, Giunti o può essere acquistato online.

 

Vincenza Fanizza- “In viaggio con Martina”- Germani Editore

Euro 10,00

 

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 19 Settembre 2018 08:16 )
 

San Nicola viene dal mare

Giovedì 03 Maggio 2018 07:06 Maria Fanizza
Stampa PDF

 

 

san nicL’acqua, il nuovo Uomo, il ponte tra Oriente e Occidente:

 

Il corteo storico 2018 si svilupperà in sei quadri scenici e due spettacoli, tra danza aerea e - novità - danza acquatica, video mapping, 500 figuranti, cavalli, e interazione scenica col pubblico, che manovrerà grandi onde di tessuto. Il Santo narrerà in prima persona, e avrà la voce di Pino Insegno. Il logo 2018 incentrato sul rapporto fra mondo cristiano cattolico e chiesa ortodossa. 

- Saranno il mare, l’archetipo del Nuovo Uomo e il ponte nicolaiano tra Oriente e Occidente i cardini del progetto artistico del Corteo storico di San Nicola, firmato dalla direttrice Elisa Barucchieri per Doc Servizi - Bari, vincitrice del bando biennale 2018-19 per l’organizzazione dell’evento. Un articolato progetto – in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Pooya e la compagnia ResExtensa – che avrà un prologo nella giornata del 6 maggio, dedicata alla rievocazione dello sbarco delle reliquie, seguito dal corteo del 7 maggio.

 

A livello scenico lo spettacolo si svilupperà in sei quadri scenici e due spettacoli, e avrà momenti altamente suggestivi: alla danza aerea, tratto distintivo della Barucchieri, si affiancherà ad esempio la novità della danza acquatica, grazie a macchine scenografiche di grande impatto. Poi il coinvolgimento col pubblico, che interagirà col corteo manovrando grandi onde di tessuto dalle cromie marine (a questo scopo, come per specifici costumi e allestimenti sul tema, sarà utilizzata una bobina tessile di un chilometro di lunghezza totale). Ancora, la fascinazione del video mapping proiettato sul piazzale della Basilica. Il tutto tra 500 figuranti in costume, cavalli e cavalieri, timpanisti, sbandieratori, acrobati e danzatori.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Maggio 2018 07:11 ) Leggi tutto...
 

A Bari in via Argiro Primavera mediterranea

Giovedì 17 Maggio 2018 13:46 Maria Fanizza
Stampa PDF

TORNA PRIMAVERA MEDITERRANEA

DA OGGI E FINO A DOMENICA 20 MAGGIO IN VIA ARGIRO E DAVANTI AL TEATRO PETRUZZELLI

LA NOVITÀ DELLA SETTIMA EDIZIONE: LA MUSICA

 

 

 

Da oggi fino a domenica fino a domenica 20 maggio, su via Argiro e, per la prima volta, nella piazzetta antistante il Teatro Petruzzelli, tornano le istallazioni verdi di Primavera mediterranea. L’iniziativa, curata dall’associazione Promoverde Puglia con la collaborazione di vivaisti, commercianti, architetti e partner istituzionali, ha come obiettivo principale restituire ai cittadini spazi urbani rivisitati grazie alle installazioni di greening urbano diffuso.

Quest’anno, per la settima edizione, Primavera Mediterranea si arricchisce del contributo della musica, che renderà gli spazi cittadini ancora più piacevoli da vivere e attraversare.

Vivaisti e architetti, infatti, in questa nuovA versione dell’evento, si sfideranno a suon di musica per fare di via Argiro un vero e proprio festival musicale in chiave green: per ciascuno dei sette isolati che ospiteranno le creazioni estemporanee, è stato scelto un genere musicale da interpretare attraverso fiori, alberi, piante e installazioni ispirate. I generi proposti per la creazione dei giardini sono: musica classica, musica jazz, musica rock, musica folk, musica soul, musica blues e musica pop. Ciascun giardino sarà ispirato ad uno dei generi musicali proposti e animato dal sottofondo di una colonna sonora di brani legati al genere scelto.

Leggi tutto...
 

Bari Smart city

Lunedì 08 Gennaio 2018 18:04 Maria Fanizza
Stampa PDF

Bari Smart city. Intervista al prof. Giuseppe Pirlo  di Fanizza Mariellabari

 

Smart city vuol dire innovazione tecnologica al servizio del cittadino: interazione digitale che si fa reale

Una città che supporta l’intelligenza collettiva, incoraggia la partecipazione e facilita l’accesso ai servizi.

Dal 2010 la città di Rio de Janeiro svolge il ruolo di pioniere dei primi esempi di implementazione intelligente delle   tecnologie al fine di migliorare la vita dei cittadini: Dal 2010 infatti si è iniziato a usare l'aggettivo "Smart." L'Unione Europea (UE) prevede per la realizzazione delle "città intelligenti" una spesa totale di 12 miliardi di euro in un arco di tempo che si estende fino al 2020, nell'ambito del progetto Eu Smart city, con lo scopo di stimolare le città e le regioni ad impegnarsi per il miglioramento dell'ambiente cittadino. Tra le città italiane candidate per l'acquisizione del titolo di "città intelligente" vi è   Torino, che grazie a vari progetti ed iniziative quali Torino Smart City si conferma all'avanguardia delle implementazioni tecnologiche e logistiche volte a migliorare la vita in città. Secondo il dizionario una città può essere definita intelligente, o Smart city, quando gli investimenti effettuati in infrastrutture di comunicazione, tradizionali (trasporti) e moderne (ICT), riferite al capitale umano e sociale, assicurano uno sviluppo economico sostenibile e un'alta qualità della vita, una gestione sapiente delle risorse naturali, attraverso l'impegno e l'azione partecipativa.

 Per molti il concetto di Smart city è basato essenzialmente sull'efficienza, che a sua volta è basata sulla gestione manageriale, sull'integrazione delle ICT e sulla partecipazione attiva dei cittadini. Ciò implica un nuovo tipo di Governance con il coinvolgimento autentico del cittadino nella politica pubblica. In questo approccio le città intelligenti possono essere identificate (e classificate) secondo sei assi o dimensioni principali:1-economia intelligente 2-mobilità intelligente 3-ambiente intelligente 4-persone intelligenti 5-vita intelligente 6-governance intelligente.

Per altri queste   sembrano enunciazioni molto generiche che si prestano a troppe interpretazioni inoltre mancano il benessere sensoriale intellligente e la cultura intelligente in poche parole una città che oltre ad essere efficiente sia anche piacevole

Il problema è quanto queste idee siano perseguibili, in realtà non c’è una accoglienza viva  perché in questo nuovo approccio risulta svuotata la vecchia idea basata sul ben collaudato meccanismo di distribuzione delle risorse disponibili: per fare il cambiamento ognuno deve prendersi una piccola fetta proporzionale al suo “potere”.

 Abbiamo intervistato il professore Giuseppe Pirlo dell’Università di Bari   referente per l'Agenda   digitale e le Smart City. 

 Professore Che cosa vuol dire Smart city?  Bari è una Smart city?  Quali sono le caratteristiche per diventare Smart per una città?

1-Riferito al concetto tecnologico significa  una città efficiente ma il concetto d iSmart implica anche una città piacevole, in una nuova dimensione, capace di attrarre ed appagare: procurare benessere spirituale e sensoriale. Una città non solo tecnologica ma anche piacevole e comoda da vivere. Il problema è: quanto questo sia possibile in una città come Bari?

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 27

Testata

Banner