Novità

Ora è anche web radio
Banner

webmagazine

Banner
You are here:   Home

Chi è online

 56 visitatori online

Notizie flash

Nuovi contributi nelle Rubriche:

Arte e Scuola

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Il mondo a Bari

Mercoledì 10 Settembre 2014 15:57 Maria Fanizza
Stampa PDF

fieMaria Fanizza

 

 

Anche quest'anno torna a settembre dal 13 al 21 a Bari uno degli appuntamenti tanto amato dai Baresi “La Fiera del Levante” con la Galleria delle Nazioni: Il mondo viene a Bari, infatti sembra di fare un viaggio in tutti i 33 paesi che espongono I loro prodotti di artigianato: Albania, Bangladesh, Bolivia, Camerun, Danimarca, Ecuador, Egitto, Francia, Germania, Giappone, India, Indonesia, Iran, Kenia, Madagascar, Marocco, Nepal, Nigeria, Palestina, Pakistan, Perù, Russia, Senegal, Siria, Somalia, Spagna, Sudafrica, Sudan,Thailandia, Tunisia, Turchia, Ungheria e Vietnam.

Maglioni, poncho e cappelli in lana di alpaca dal Perù, copriletti, gioielli e cachemire dall’India, ricami e pizzi all’uncinetto dall’Albania, sculture in legno dal Kenia.

Un’affascinante vetrina di prodotti portati in Fiera: Dalla Palestina arrivano le suggestive sculture in legno d’ulivo, dal forte valore simbolico, dall’Iran, invece, i preziosi tappeti annodati a mano, eredi di una tradizione millenaria. Sono made in Nepal, inoltre, gli strumenti musicali come la campana tibetana e il murchunga, simile a uno scacciapensieri, costruiti in una lega di sette metalli.

Uno spazio speciale è dedicato alla Francia, ospitata nel padiglione 96, tra tovaglie della Provenza, sapone di Marsiglia, infinite profumazioni, dolcetti tipici e una grande varietà di salumi e formaggi.

Il continente asiatico è rappresentato quest’anno anche dal Giappone, che propone un campionario di prodotti artigianali che rispecchia la tradizione del Sol Levante.

La Tunisia espone le tipiche ceramiche dalle splendide fatture multicolore.

La Camera di commercio italiana per la Spagna di Madrid, infine, organizza per il secondo anno consecutivo, un’area riservata all’artigianato e all’agroalimentare con oggetti decorativi, articoli di gioielleria, come per esempio le tipiche perle di Maiorca, e bigiotteria, abbigliamento e tessile, ceramica e prodotti enogastronomici.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 25 Settembre 2014 17:59 )
 

Mostra fotografica Enrico Berlinguer"La vita,la politica ,l'etica" a Molfetta

Giovedì 04 Settembre 2014 07:54 Maria Fanizza
Stampa PDF

Maria Fanizza

 

berlMOLFETTA 2 sett.2014

In occasione del 30° anno della scomparsa presso la Sala dei Templari a Molfetta, e' stata inaugurata la mostra fotografica “Enrico Berlinguer. La vita, la politica, l’etica” realizzata dall’Associazione culturale “Dagli Appennini alle Onde” di Pescara.

L’iniziativa e' dell’Associazione culturale Articolo 18, sono intervenuti il presidente della regione Puglia Nichi Vendola ed il sindaco Paola Natalicchio.

Le foto, alcune di loro inedite, raccontano dell’infanzia, della sua famiglia d’origine, della sua terra in un percorso che mostra l’intensa vita politica di un uomo dalle radici solide che per milioni di italiani, e non solo, ha rappresentato uno straordinario esempio di rettitudine, di leader integro e leale.

In occasione della mostra Giovedì 11 Settembre alle ore 18.30 presso l’Aula consiliare del Comune di Molfetta si parlerà di politica internazionale con la presenza di Ugo Sposetti, Senatore PD e Presidente Associazione Enrico Berlinguer, Guglielmo Minervini  Diaz, direttore XXIX Festival Cinema Latinoamericano.

Orari: dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 22

Per maggiori informazioni: Associazione Culturale Articolodiciotto info 360621262| 3475601039 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 25 Settembre 2014 18:02 )
 

Frida Khalo a Roma

Venerdì 27 Giugno 2014 06:33 Maria Fanizza
Stampa PDF

Maria Fanizza

 

Alle Scuderie del Quirinale é in corso fino al 31 agosto una grande mostra sull'artista messicana Frida Kahlo (1907-1954), simbolo della cultura messicana del Novecento.

frida

La mostra indaga Frida Kahlo e il suo rapporto con i movimenti artistici dell’epoca, dal Modernismo messicano al  Surrealismo internazionale, analizzandone le influenze sulle sue opere.

 

Frida é una icona indiscussa della cultura messicana novecentesca, si presenta alla cultura contemporanea attraverso un inestricabile legame arte-vita tra i più affascinanti nella storia del XX secolo.

I suoi dipinti non sono soltanto lo specchio della sua vicenda biografica, segnata a fuoco dalle ingiurie fisiche e psichiche subite nel terribile incidente in cui fu coinvolta all'età di 17 anni.

La sua arte si fonde con la storia e lo spirito del mondo a lei contemporaneo, riflettendo le trasformazioni sociali e culturali che portarono alla Rivoluzione messicana e che ad essa seguirono.

Frida è un'espressione dell'avanguardia artistica e dell'esuberanza culturale del suo tempo e lo studio della sua opera permette di intersecare le traiettorie di tutti i principali movimenti culturali internazionali.

Fu amica di Breton, moglie di Diego Rivera.

In mostra, oltre quaranta ritratti e autoritratti, tra cui il celebre Autoritratto con collana di spine del '40, mai esposto prima d’ora in Italia, e l’Autoritratto con vestito di velluto del ’26, dipinto a soli 19 anni per riconquistare l’amato Alejandro Gòmez Arias.

Completa il progetto una selezione di disegni, tra cui lo schizzo a matita per il dipinto Ospedale Henry Ford (o Il letto volante) del ‘32, il famoso corsetto in gesso che teneva Frida prigioniera subito dopo l’incidente, un pezzo unico che si credeva perduto fino a poco tempo fa. Infine alcuni eccezionali ritratti fotografici dell'artista, in particolare quelli realizzati da Nickolas Muray, per dieci anni amante di Frida: tra questi, Frida sulla panchina Bianca, New York, 1939 diventato poi una famosa copertina della rivista Vogue.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 25 Settembre 2014 18:19 )
 

La pizzica indiavolata a Melpignano

Sabato 23 Agosto 2014 05:46 Maria Fanizza
Stampa PDF

Maria Fanizza

 

Oggi Sabato 23 agosto grande appuntamento da non perdere a Melpigano, in provincia di Lecce, nella Grecìa Salentina, nella piazza dell'ex Convento degli Agostiniani Il festival della Notte della Taranta dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale di quell'area. Sono attese migliaia di persone piu di 150, in piazza a Melpignano per assistere al maxi-concertone Uno dei più grandi festival italiani di musica e cultura popolare vedrà alternarsi sul palco di quest'anno cantanti e musicisti come Roberto Vecchioni, Antonella Ruggiero, Glen Velez, Avi Avital, Bombino, Lori Cotler, Mannarino e i Fratelli Mancuso.

Alle coreografie di accompagnamento sulle note della taranta non mancheranno i danzatori diretti dal coreografo Angel Miguel Berna. L'orchestra diretta dal maestro concertatore Gianni Sollima.

 

 

taranta

Questo il programma completo dell'edizione 2014 della Pizzica indiavolata

Pizzica di Tora Marzo - G. Paglialunga

Pizzica di Ostuni - Enza Pagliara

Mamma la luna - Coro

Pizzica di Cutrofiano - Ninfa Giannuzzi, Stefania Morciano, Antonio Castrignanò, Claudio Prima

Lu callalaru - Enza Pagliara

Ferma zitella - Alessia Tondo

Pizzicarella - Antonella Ruggiero

Pizzica di Copertino

Santu Paulu - Mannarino

Sutt'acqua e sutta ientu - Ninfa Giannuzzi, Stefania Morciano

La tabaccara - Roberto Vecchioni

Samarcanda - Roberto Vecchioni

Sta strada - Antonio Castrignanò

Aspro to chartì - Mancuso

Aradeo b - Velez, Ninfa Giannuzzi

Beddha ci stai luntana - Maria Mazzotta

Auelì - Cotler, Giannuzzi

Pizzica scherma - Paglialunga, Pagliara, Mazzotta

Pizzica per mandolino - Avital, Stefania Morciano

Lu rusciu te lu mare - Bombino, A. Tondo

E lu sule calau calau - Mancuso

 

L'evento si potrà seguire anche su Twitter con l'hashtag #Taranta2014.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 25 Settembre 2014 18:21 )
 

Per conoscere il mare

Domenica 15 Giugno 2014 12:38 Vincenza Fanizza
Stampa PDF

 

 

di Vincenza Fanizza

 

 “Come  pesci con i pesci, il mare senza segreti all’Isola d’Elba”. Un titolo evocativo per una interessante iniziativa che offre ai ragazzi l’opportunità di conoscere meglio il mare. Si tratta dei campi estiviorganizzati da biologi marini e istruttori subacquei,  in collaborazione con il WWF. I corsi si rivolgono a ragazzi dagli 11 ai 17 anni.

Tra le righe degli intenti dei biologi che organizzano l’evento, si legge: “imparare ad usare il microscopio, identificare specie, tuffarsi nelle acque cristalline, sapere cosa vedere e dove cercare. Sorridere, con gli occhi sott’acqua, respirando con bombole ed erogatore, mano nella mano con gli istruttori, volando in acqua. Lasciare l’isola d’Elba con le lacrime e ricordi dopo aver conosciuto piccoli ma grandi segreti del mare e aver instaurato nuove amicizie“.

I corsi sono gestiti dai biologi marini e dagli istruttori subacquei del Biodivers Sea Academy di Porto Azzurro e dell’Istituto per gli Studi sul Mare di Milano. Si tratta di tre turni di tre settimane dal 21 Giugno al 12 luglio e le informazioni sono da cercarsi su http://www.wwfnature.it o chiamando al 3471884395.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 15 Giugno 2014 12:39 )
 


Pagina 11 di 26

Testata

Banner