webmagazine

Banner
You are here:   Home Scuola Scuola riflessioni Provocazione

Notizie flash

Nuovi contributi nelle Rubriche:

Arte e Scuola

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

Provocazione

Domenica 24 Marzo 2013 21:25 Mario Bosco
Stampa PDF

Provocazione di

Mario Bosco

 

E se i cosiddetti DSA fossero i normali e gli altri i diversi?

 

DSA PugliaDSA lennesima sigla per identificare studenti diversamente abili con un Deficit specifico di apprendimento.

Secondo wikipedia: Fanno parte della famiglia dei Disturbi Evolutivi Specifici. Si tratta di disturbi nell'apprendimento di alcune abilit specifiche che non permettono una completa autosufficienza nell'apprendimento poich le difficolt si sviluppano sulle attivit che servono per la trasmissione della cultura, come, ad esempio, la lettura, la scrittura e/o il far di conto. I disturbi specifici di apprendimento si verificano in soggetti che hanno intelligenza almeno nella norma, con caratteristiche fisiche e mentali nella norma, e la capacit di imparare.

 

E se la trasmissione della cultura non potesse avvenire attraverso la lettura, la scrittura e il far di conto perch questi strumenti fossero inadeguati?

Ricordiamoci le angherie cui sono stati sottoposti i mancini: la mano di Dio e quella del diavolo!!!!

Ricordiamoci che la mia maestra bacchettava coloro che usavano la penna biro invece del pennino e calamaio!!!!

2 anni fa a mia madre 97enne ed invalida, arrivato il centesimo modulo da compilare in cui in fondo, al posto della firma cera :

     IL MINORATO

_____________________

 

Quante volte abbiamo sbagliato pensando che noi fossimo i normali e gli altri i diversi (o perversi)?

Il mio sogno per i cosiddetti Deficitari

Non pi attivit o strumenti compensativi e dispensativi, ma scuola vera uguale per tutti tarata sui DSA. Gli altri, i diversi perch  non DSA, avranno della attivit  compensative o strumenti specifici per adattare la loro diversit  ai DSA.

In tutte le nostre strade ci sono scivoli, strisce, parcheggi, montascale, dissuasori, ecc. Tutti gli ascensori hanno dimensioni tarate sulle carrozzelle, tutti gli interruttori sono ad altezza idonea perche tutti possano accendere la luce, ecc. Tutti i sistemi di sicurezza ed ora anche quelli di qualit sono studiati per i diversi, persino la diversit  religiosa tutelata nelle scuole, cosa impensabile fino a 50 anni fa ed ancora impensabile per molti.

Per i DSA, che per la legge italiana non sono disabili, solo misure compensative e sconto nei programmi e nelle prove.

Ovviamente per non cadere nel populismo e consapevole che la diversit    un valore e che come tale deve arricchire e non rovinare, non penso di adeguare al ribasso tutta la formazione scolastica a detrimento dei cosiddetti "migliori". Si tratta di elaborare una nuova scuola tanto flessibile rispetto ai contenuti, alle metodologie, alle tecnologie, ai saperi, da essere adatta a tutti, anche perch  non  che quella attuale funzioni proprio bene! E non certamente per la presenza dei DSA.

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Marzo 2013 15:52

Testata

Banner