webmagazine

Banner
You are here:   Home Parliamo di cinema Parliamo di cinema I premi del Bif&st

Notizie flash

Nuovi contributi nelle Rubriche:

Arte e Scuola

Cerca

holidays-tonicopi

Face FanBox or LikeBox

musicPlayer

I premi del Bif&st

Domenica 24 Marzo 2013 14:54 Maria Cinema - Parliamo di cinema
Stampa PDF

I Premi del Festival Internazionale del Cinema

di Maria Fanizza

BARI- E' molto positivo il bilancio del Festival  Internazionale del Cinema che si é concluso ieri sera, sabato 23 marzo. Settantamila infatti sono stati gli spettatori che hanno partecipato alla quarta edizione del Bif&st, comprendendo le anteprime diffuse in tutta la regione.

 "Bari international film festival" si é concluso con uno spettacolo presentato da Laura Morante, e con una performance di Lina Sastri; sul palco i vincitori. A cominciare Marco Bellocchio, al suo secondo “Mario Monicelli” dopo il film “Vincere”: miglior regia del 2013, per il film “La Bella addormentata”. Il film di Marco Bellocchio ha anche avuto il premio per miglior compositore delle musiche  (Carlo Crivelli) e per il miglior montatore  (Francesca Calvelli). Tre premi come “Bellas mariposas”di Salvatore Mereu. Ma vincono anche “Diaz” di Daniele Vicari, che si aggiudica il “Franco Cristaldi” per il produttore del miglior film, Domenico Procaccl : Salvatore Mereu porta a casa il “Tonino Guerra” per la migliore sceneggiatura tratta dal libro di Sergio Atzeni ma anche il “Giuseppe Rotunno” per la fotografia di Massimo Faletti. Alle due attrici protagoniste Sara Podda e Maya Mulas va il premio “Anna Magnani”. 

 

 

 

Le due attrici sono state premiate insieme a Roberto Herlitzka che vince il premio “Vittorio Gassman” per l’interpretazione de “Il rosso e il blu” di Giuseppe Piccioni, ma ha anche recitato nel film “Bella addormentata”, nel ruolo di uno psichiatra che elargisce facilmente pillole e antidepressivi ai vari politici. Tornando a Mereu, la storia raccontata in “Bellas mariposas” è davvero delicata anche se si svolge nelle periferie di una grande città: Cagliari, dove crescono le due protagoniste che sognano un futuro migliore rispetto a quello di un padre indifferente, un fratello drogato o una sorella prostituta.

Il film “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana prende il premio per il miglior costumista (Francesca Livia Sartori).

La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore prende il premio per il migliore scenografo (Maurizio Sabatini).

Per i film internazionali, invece, Srdan Golubovic viene premiato con il suo “Krugovi”, un’opera che indaga le conseguenze della guerra in Bosnia del 1993. Vesa :Matti Lori è il miglior attore (in “Road North” di Mika Kaurismaki), Bernadette Lafont, la migliore attrice (in “Paulette” di Jerome Enrico).

 

 

Testata

Banner